Premio speciale al concorso regionale "Il Veneto per me"

Venerdì 4 maggio 2018 nell'Aula consiliare di Palazzo Ferro Fini a Venezia, gremita di tanti studenti giunti da tutta la regione, si è tenuta la premiazione del concorso "Il Veneto per me. Racconto il territorio in cui vivo”, bandito dal Consiglio regionale del Veneto, dal MIUR Veneto e dalla Comunità Europea.

La studentessa Angelica Checconi Sbaraglini del Collegio Salesiano Astori di Mogliano Veneto ha partecipato presentando l’elaborato “Amnis. Non tutto scorre” ed è risultata vincitrice del Premio speciale della Giuria per la Sezione Video. Il premio è stato assegnato in quanto la commissione giudicatrice lo ha ritenuto meritevole del riconoscimento “per lo sguardo sensibile ed entusiasta con cui ha saputo cogliere aspetti inediti del nostro territorio ricco di cultura, storia e paesaggi unici”. Con questo progetto la talentuosa studentessa ha messo in luce le bellezze e le peculiarità della regione Veneto in un breve viaggio tra poesia, arte, natura e scienza, coinvolgendo lo spettatore in un percorso ideale alla scoperta dei luoghi più affascinanti e meno conosciuti del nostro territorio. 

Angelica così descrive il proprio lavoro: 

“L’elaborato ha il suo assoluto protagonista nel tempo, concepito come metafora della vita: talvolta lento, talvolta veloce, ma sempre uguale a se stesso. Il tempo, visto non tanto in qualità di fiume dirompente e inarrestabile - da qui il titolo del video - come invece suggerito dal conte Rivarol, quanto, piuttosto, sotto le sembianze di una scheggia d’ambra, all’interno della quale rimangono intrappolati frammenti di bellezza e quotidianità comuni a ogni uomo, a ciascuna epoca storica, a tutti i luoghi che ci circondano. È questo il caso anche del Veneto, qui presentato in chiave poliedrica, tentando, di volta in volta, di raccontare una nuova sfaccettatura della nostra regione, una fra quelle ignote ai più. Ecco, quindi, che dal magico meccanismo della futurista Villa Girasole si passa a raccontare la forma della pianta di Castelfranco Veneto, simile alla curva di un supercerchio; si sfiorano poi ancora altre tematiche, allacciandosi di volta in volta ad ambiti diversi. Questo perché il significato di quanto appena descritto può essere presente ovunque, in un’opera pittorica così come negli angoli reconditi di una natura a volte nascosta, quasi timorosa di rivelarsi nella sua totalizzante meraviglia. Il frattale di uno degli innumerevoli fiocchi di neve caduti in qualche notte lontana sulle gondole di Venezia, simile a un fiore, coadiuvato da una citazione di Monet introduce il concetto di bellezza floreale, fra arte e realtà, fino a giungere alla conclusione del lavoro; questa ruota attorno a una riflessione di chiusura concernente la viscosa consistenza degli anni che passano. Essi scivolano via ben più lenti di quel che si pensi, lasciando dietro di sé fragranze incantevoli, fulcro dell’essenza di quel tessuto vitale caratteristico di ognuno di noi.”

Clicca qui per vedere il video

Logo

Indirizzo

Via Marconi, 22
31021 Mogliano Veneto (TV)

Contattaci

Tel: 041.5987111 Fax: 041.5903042
Email: astori@astori.it